Sanificazione all'ozono_Gruppo Uniservizi_Verona

Sanificazione all’ozono: facciamo chiarezza

Innanzitutto, occorre rispondere ad una domanda fondamentale, sulla quale circolano notizie diverse e spesso confuse: l’ozono ha proprietà disinfettanti propriamente dette? È in grado, cioè, di ridurre, eliminare e rendere innocui i microrganismi?

L’efficacia antimicrobica dell’ozono è già stata riconosciuta da tempo in ambito medicale: nel 2003, infatti, l’FDA (Food and Drug Administration) ha definito l’ozono idoneo al trattamento di dispositivi medici riutilizzabili. Questo grazie anche alla sua ampia compatibilità con un gran numero di materiali.
Per quanto riguarda la pulizia profonda degli ambienti, l’ozono è senz’altro riconosciuto come efficace presidio di sanificazione. Il personale che esegue la sanificazione all’ozono, opportunamente addestrato, attua infatti una vera e propria ottimizzazione delle misure igieniche e microclimatiche di un contesto ambientale. Questo comporta vantaggi importanti per le persone, l’ambiente e la produttività.

L’ozono disinfetta gli ambienti?

Tuttavia, l’efficacia dell’ozono come disinfettante o sterilizzante per gli ambienti è attualmente in fase di valutazione a livello europeo ai sensi del Regolamento UE 528/2012 sui biocidi.
Bisogna attendere, quindi, il completamento di questo studio per poter eventualmente considerare l’ozono, a tutti gli effetti, un vero e proprio disinfettante per gli ambienti.

Per questo motivo, in Italia, a livello normativo, attualmente l’ozono può essere commercializzato e utilizzato solo come sanificante.

Per quanto concerne la sua efficacia nei confronti dei virus, nel suo ultimo Rapporto (56/2020), l’Istituto Superiore di Sanità l’ha dichiarato potenzialmente utile in diversi contesti ambientali. L’utilizzo dell’ozono negli ambienti può quindi contribuire a proteggerci dai virus, anche se ad oggi non esistono prove di una specifica efficacia nei confronti del virus Sars-Cov2.

Il suo utilizzo nella sanificazione

In conclusione, alla luce dei dati attualmente a disposizione, emerge sicuramente che l’ozono rappresenta di fatto un potente strumento di pulizia e sanificazione degli ambienti.
La ricerca scientifica e tecnologica richiede ancora tempo per attribuirgli in modo definitivo specifici utilizzi e proprietà, ma ad oggi gli studi indicano un’efficacia sanificante superiore a qualsiasi altro presidio attualmente disponibile sul mercato.

Parallelamente, è necessario però tenere conto anche dei potenziali rischi derivanti dall’uso di generatori di ozono, il cui utilizzo va attentamente valutato dagli esperti. Anche per questo motivo, l’impiego domestico dell’ozono da parte di operatori non professionisti è caldamente sconsigliato da parte dell’ISS.

Vale quindi la pena servirsene sempre e solo attraverso operatori addestrati professionalmente, all’interno di un quadro di servizi programmati ed erogati da esperti di Facility Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 11 =